domenica 5 luglio 2009

Scared

E' una sensazione di calma apparente, come se qualcosa stesse per esplodere,di nuovo.

E a sto giro sarebbe più grave,molto più grave,perchè ormai non c'è più l'attenuante dell'innocenza, del non averci pensato, dell'essersi affidati a quello che si credeva un dato di fatto.

Adesso ci sarebbe la consapevolezza, e in questo il dramma, la tragedia, la dura realtà.

E' stato l'ennesimo modo per sfidarmi, per sentire il brivido, il rischio, e c'è stato quel pizzico di ingenuità, quella voglia di lasciarsi andare che mai forse, ci sarà ancora.

A volte,forse, è meglio il rimorso.

martedì 17 febbraio 2009

Footsteps

E'  un periodo difficile.

C'è un presente duro, competitivo,sfiancante.

Un futuro incerto.

Un passato di cui alle volte se ne sente la mancanza e altre si vorrebbe solo dimenticare.

Ma quando mai non è stato così,in fondo.

Ci si sente soli, ma  non è questo il problema.

Ci si sente vuoti, in preda a un'aridità emotiva che quasi toglie il fiato.

Si tira avanti con la gola secca.

Con il tuo corpo che non si capisce, che non si trova, che non riesci a sentire,percepire nitidamente e  lancia messaggi confusi, isterici,tragici,a loro modo.

Continuo a perdermi,senza sapere come ritrovarmi.

sabato 1 novembre 2008

Se tanto mi da tanto

Se si semina vento si raccoglie tempesta,si dice.

Da quanto non provavo queste sensazioni.

Da quanto, da anni.

La mia vita è cambiata nel corso di pochi giorni.

Nuova città,nuovi corsi,nuove persone.

Una consapevolezza nuova.

Ammettere qualcosa è sempre così duro, ma è liberatorio.

Liberarsi dal passato,dai blocchi.

Lasciarsi andare.

Sentirsi battere, di nuovo.

C'è incertezza,c'è incognita.

Ma non ha prezzo il sentirsi viva.

L'essere guarita.

L'essere libera.

mercoledì 15 ottobre 2008

Suvvia

Dai.

Inizia a essere snervante.

Avere tutto per scrivere e non scrivere niente.

C'è anche il punto.

Ma sono sempre la solita.

Ma tutta questa inconcludenza,è snervante.

Davvero.

martedì 14 ottobre 2008

Io non tremo..

Quando la vita ti cambia così,tutto a un tratto.

Quando te la racconti per anni.

Quando sei venuta per qualcuno e saresti rimasta per qualcun'altro.

Quando tutto questo sparisce,d'improvviso.

Quando ti hanno presa.

Quando tra una settimana non sarai più qui.

Quando una parte di te scrive mail.

Quando sai non ci sarà alcuna risposta.

Quando a volte pensi che le cose sarebbero dovute andare diversamente.

Quando ti rendi conto che questo non è possibile.

Perchè è il passato che segna,distrugge,crea.

Ci rende ciò che siamo. Mi rende ciò che sono.

Bilancia ascendente scorpione.

Un nuovo salto.

Un qualcosa che sembra troppo bello per essere vero.

Quell'opportunità che aspettavo da un pò,ma non la cercavo.

Come se queste cose cadessero dal cielo,o forse si.

Tutto grazie a un professore.

Tutto grazie a un amico.

Tutto grazie al coraggio di spedire una busta.

Tutto grazie a un si.

Sarà dura,sarà dannatamente dura.

E fra due ore si parte per Milano.

Perchè c'è pur sempre una parte di me, una parte del mio corpo,una parte della mia anima, da coccolare un pò.

Sarà dannatamente dura,forse e più di prima.

Perchè adesso è un discorso di testa.

E' un discorso mentale.

E riprendo a scrivere,perchè ne sento la necessità,è parte di me


..E' solo un pò di me che se ne va

venerdì 10 ottobre 2008

Hard times flowing and my eyes couldn’t see stars shining

My heart couldn’t feel the beauty of the rising sun

And I’m lost like a bottle that floats in the sea for ever

Will somebody pick up my hope?

Will somebody try?

Will I realize?



’cause it’s broken broken

Something got broken like stolen

Stolen, like if it was stolen

And hurting, hurting

I have been hurting and now

Only time will tell

Time will heal



Just pieces of truth that I chose to keep

No matter if now they are gone

No matter if I am alone

Still I can get back on my feet and walk on

As I know there was something to learn

I know there will always be more worth moving on for



Though, it’s broken broken

Something got broken like stolen

Stolen, like if it was stolen

And hurting hurting

I have been hurting and now

Only time will tell



’cause it’s broken broken

Something got broken like stolen

Stolen, like if it was stolen

And hurting hurting

I have been hurting and now

Only time will tell



I’d love to be one of those colorful early summer days

When everybody is happy that you came

Everybody smiles back at you as soon as your eyes cross their eyes

But something has to happen first

I know winter has to come before it blossoms



So it’s broken broken

Something got broken like stolen

Stolen, like if it was stolen

And hurting hurting

I have been hurting and now

Only time will tell



‘cause it’s broken broken

Something got broken like stolen

Stolen, like if it was stolen

And hurting hurting

I have been hurting and now

Only time will tell

Time will heal



Broken-Elisa

giovedì 9 ottobre 2008

A conti fatti

E' che,in fondo, ho una fottuta paura di crescere, di diventare grande. Perchè in fondo, è di questo che si tratta. Io ho paura, ora più che mai. Ho paura di non trovare una risposta all'unica domanda a cui non ho ancora trovato risposta,in ventidue anni. Cosa voglio fare,cosa voglio fare davvero della mia vita. E allora lo scrivo qui, a tutti e nessuno, dove quelli che mi conoscono,quelli che frequento, per la maggior parte, non arrivano. Ho sempre il sospetto che gli altri possano vedere quanto sono mediocre, quanto sono pigra, quanto deluderò chi,comunque, ha sempre creduto che fossi meglio di così. Io stessa ho paura di scoprire che non valgo niente. Ma,d'altra parte,c'è sempre un ma. C'è che io mi tiro indietro,arretro, come un gambero,sulla difensiva, ogni volta che mi trovo davanti a un bivio del genere. Sono così tanto pigra. O forse è una scusa,una stupida scusa,perchè ho paura di fallire,perchè vorrei fare troppe cose nello stesso momento,perchè mi costruisco impalcature di sogni così improbabili e intricate da non saltarci fuori,tanto inconcludente quanto passionale. Mia madre la definisce la mia voglia di vivere, io il mio modo di tergiversare, il mio modo di ritardare il più possibile il confronto,l'impatto con la realtà. Non ho ancora fatto domanda, e sono già in crisi. Io dissimulo, mi racconto così tante storie sulla mia vita da sembrarmi vere,da farle sembrare vere anche agli altri. Come sono meschina,in fondo. Perchè io posso dare di più, lo so, l'ho visto, ma sono incastrata,incatenata nel mio limbo personale, dal quale mi guardo bene di separarmi. Ho quasi il terrore di non essere presa,ma, d'altra parte,sarebbe la conferma di ciò che penso di me stessa. Vorrebbe dire che è nel mio destino continuare a trascinarmi,ad arrancare, a mancare il bersaglio. Dovrei tentare senza essere sicura al cento per cento. Ma,in fondo, non sarebbe neanche una novità. E' una vita che mi butto senza esserne certa,salvo poi lasciare la corsa al secondo miglio. Chissà se sarò mai capace di essere fiera di me stessa. Il problema è tutto qui.

Scared

E' una sensazione di calma apparente, come se qualcosa stesse per esplodere,di nuovo. E a sto giro sarebbe più grave,molto più grave,pe...